La restante parte fu destinata alla ristrutturazione di alcuni edifici. Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Negli anni ’60, il nuovo benessere economico cominciò ad ampliare le fila della borghesia italiana, con un’influenza che toccò anche Napoli, che fu letteralmente invasa dalle nuove costruzioni fra quartieri collinari e provincia, che si svilupparono in modo completamente incontrollato. Un luogo diventato simbolo dell’abusivismo edilizio su larga scala, che ha violentato il territorio negli anni ’60 per poi abbandonarlo al suo destino. https://www.comune.castelvolturno.ce.it/index.php?option=com_content&view=article&id=36&Itemid=199, http://www.extranapoli.it/rubriche/cera-una-volta-villaggio-coppola-castelvolturno-prima-dellera-de-laurentiis, https://caserta.italiani.it/villaggio-coppola-il-principe-abusivo-del-litorale-domitio/, http://www.senato.it/documenti/repository/relazioni/archiviostorico/commissioni/X_LEG_BASILICATA_CAMPANIA_DOC_RELAZ/X_LEG_BASIL_CAMP_DOC_XXIII_27_VOL_3_TOMO_1.pdf, https://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/caserta/notizie/cronaca/2014/18-giugno-2014/da-cristoforo-cristiana-il-declino-dinasty-coppola–223418070334.shtml, https://www.internazionale.it/reportage/angelo-mastrandrea/2017/02/25/castel-volturno-polveriera, http://www.patrimoniosos.it/rsol.php?op=getarticle&id=11522, http://vogliocapire.blogspot.com/2012/04/villaggio-coppola-pinetamare-caserta.html, https://kasavacall.wordpress.com/2016/05/27/cera-una-volta-castel-volturno/, Il primo bacio a San Martino: la lezione di Fabio, La Linea Meridiana del Museo Archeologico Nazionale di Napoli, Villa Rosebery, dalle coltivazioni al parco inglese, Nicola Miraglia: il giurista che salvò il Banco di Napoli. La campagna pubblicitaria riscosse un successo senza pari e in pochissimi anni Villaggio Coppola arrivò a rivaleggiare con Capri e Sorrento. Copyright 2020 Storie di Napoli - È vietata la copia o la riproduzione non autorizzata di qualsiasi contenuto sul sito web. Il luogo esatto in cui è stato girato il film è il Parco del Saraceno a Pinetamare, una frazione di Castel Volturno, in provincia di Caserta. Il sogno di Vincenzo Coppola, il costruttore, era quello di ricreare Rimini sul litorale domizio, sfruttando la spiaggia enorme e la pineta tra le più estese d’Italia. Basta vedere la curva demografica del comune di Castel Volturno negli ultimi 30 anni per capire bene cosa è accaduto. Parlare delle estati a Villaggio Coppola Pinetamare fa scendere una lacrimuccia a qualsiasi napoletano che ha più di quarant’anni. Manderley è il vero protagonista di Rebecca? I fratelli Coppola, due palazzinari di Casal di Principe, iniziarono la costruzione del centro turistico balneare polivalente con 8 grattacieli, molte villette con vista sul mare, un centro commerciale e crearono le strade di comunicazione, la rete fognaria ed elettrica. L’area in ogni caso sembra piacere molto ai registi che spesso la utilizzano per i loro lavori, basti pensare al video di LIBERATO Gaiola portafortuna di Francesco Lettieri, girato tra le case del litorale di Castel Volturno per creare dei Caraibi fatti in casa. Il giovane villaggio riscosse un successo tanto travolgente, tanto da convincere l’imprenditoria locale a muoversi: i Coppola di Casal di Principe vollero quindi dar filo da torcere ai concorrenti nordici, costruendo quella che nei progetti sarebbe stata la località turistica da sogno per le vacanze di un borghese: a 15 minuti da Napoli, dotata di banche, ospedali, teatri e negozi di ogni necessità. Ci sono film che raccontano due storie, quella dei personaggi e quella delle location dove vengono girati: è il caso di Dogman, l’ultimo film di Matteo Garrone presentato a Cannes e candidato italiano all’Oscar per il miglior film in lingua straniera. Cosa andò storto? Quest’estate sa di Jazz! : la Linea Meridiana. Nel mese di settembre del 2014 è stata posta finalmente la prima pietra che sancisce la nascita del Porto in Campania. Fu così che il commissario straordinario Zamberletti decise, con una ordinanza, di far espropriare 5000 appartamenti di Villaggio Coppola, annientando letteralmente il valore economico delle proprietà e costringendo tanti a svendere le proprie case per trasferirsi, paradossalmente, proprio nella vicina Baia Domizia. Deputy Digital Managing Editor di elledecor.it, ho trasformato gli studi in architettura in una lente per guardare (e raccontare) il mondo, con un occhio a chi progetta gli spazi che diamo per scontati: dalle città alle scenografie di un film.Su Instagram posto ricordi come @carlotta_marelli e spazi esageratamente decorati come @bye_minimalism. A seguito di alcuni articoli apparsi nei giorni scorsi, abbiamo avuto la possibilità di avere direttamente alcuni chiarimenti. Era solo questione di tempo: con la scoperta delle lunghe vacanze estive, era necessario costruire nuovi edifici anche sulla costa. Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. On the set of "Il vizio della speranza" #fotopaolociriello #castelvolturno #cinema #stills #setphotographer #stillsphotograper #set #movie #italianmovie #stillphotography, #cinematrographer #cinema_stills #cinemastills #cinema_italiano #cinema_italia #cinemaitalia #set_photographer #stillsphotography ##fotografiadiscena #fotodiscena #fotografodiscena #villaggiocoppola #parcodelsaraceno #urbanautica, A post shared by Paolo Ciriello (@tonymartorelli) on Mar 30, 2018 at 11:25am PDT. Quasi tutti sono d’accordo nel dire che il terremoto del 1980 fu il colpo finale che distrusse il sogno di Villaggio Coppola. Proprio il presidente, da buon napoletano, era un grandissimo estimatore della pineta: acquistò addirittura tre ville con discesa privata sulla spiaggia in zona Licola Mare che, a dispetto proprio delle inchieste dell’epoca sugli abusivismi edilizi della zona, erano tutte perfettamente in regola. Eppure ai tempi, per i residenti, Pinetamare sembrava la California: c’era vita di giorno e di notte, a due passi dal mare. Parco del Saraceno. Matteo Garrone ha voluto ispirarsi alla storia del Canaro ma l’ha contestualizzata nel suo universo, un microcosmo senza tempo che potrebbe trovarsi in tutte le periferie d’Italia. Una città a misura d’uomo, a due passi dal capoluogo economico della Campania, che avrebbe potuto sostenere una permanenza anche durante la stagione invernale. Grazie al piano di riqualificazione ambientale del 2003, l’area è in fase di rilancio a livello turistico e residenziale, ma la sua storia resta una grande ferita aperta per il territorio e insieme una promessa per il futuro. Cerchiamo di ripercorrere la storia. Questo contribuì a svalutare gli appartamenti. A seguito di ordinanza sindacale del … Un film girato nella stessa location usata da Garrone ne L'imbalsamatore e, più di recente, in Gomorra. La zona è già stata location di Gomorra, il film di Matteo Garrone tratto dal libro di Roberto Saviano ma grazie a Dogman mostra tutto il suo fascino spettrale: un far west lunare in cui la bellezza della natura è stata spezzata e restano solo i resti di un sogno che si è trasformato in incubo. La location di Dogman scelta da Matteo Garrone è un angolo di Castel Volturno tra città e natura, il Parco del Saraceno a Pinetamare, e la darsena abbandonata di Villaggio Coppola. Da Scalo ferroviario a parco multifunzionale, Pubblicità - Continua a leggere di seguito, Una sbirciata alla prossima Biennale Architettura. In più, la zona era abitata dai tanti soldati americani della vicina base Nato. Sgombero sotto il Parco Saraceno a Pinetamare. La famiglia Coppola possedeva un terreno dalle parti di Castel Volturno addirittura sin dal 1911, come pare emergere da alcuni documenti che, vagamente, menzionavano “i terreni della pineta bagnata dal mare“. Ciò che rimane oggi più che l'utopia di un paradiso perduto è un luogo di abbandono e degrado, con un hotel costruito per assomigliare a un castello lasciato a sé stesso, edifici a un piano a pochi passi dalla spiaggia e portici sotto i quali nessuno si siede mai. Il Parco Saraceno di Pinetamare di Castel Volturno cesserà di essere tutto questo. Come cambieranno le città del mondo post-covid? Roma, 20 febbraio 1988: er Canaro, il tosacani Pietro De Negri tortura e uccide il tossico ed ex pugile Giancarlo Ricci, in passato suo complice in una rapina. Poi è successo di tutto: dopo il terremoto la zona è stata presa d’assalto dai palazzinari che hanno costruito in modo invasivo, fregandosene del territorio, dopo che gli ecomostri sono stati distrutti,  è diventata dimora di camorristi e delinquenti di ogni risma, che hanno portato all’abbandono generale. Cercavo anche un luogo in cui la periferia non fosse quella che rimandava a un immaginario già visto, da impegno sociale, nel quale ci fosse una sospensione più metafisica, coordinate che mi hanno portato al Villaggio Coppola". I Coppola infatti non badarono a spese e fecero un vero e proprio “Influencer Marketing“, invitando vip, artisti e personaggi del mondo politico a frequentare la nuova cittadina, come accade oggi a Forte dei Marmi. Uno dei personaggi principali del film Dogman di Matteo Garrone è la sua location: Pinetamare in provincia di Caserta, simbolo dell’abusivismo edilizio e sogno degli anni ’60 trasformatosi in incubo. Coppola Pinetamare, invece, riuscì a dotarsi di una darsena e di un porto capaci di ospitare qualsiasi imbarcazione privata, compresa la predisposizione per una linea di traghetti che, però, non fu mai attivata. Fu così che Coppola Pinetamare si trasformò in un mulinello di degrado che risucchiò nel baratro anche le vicine Baia Verde, Ischitella, Mondragone e la stessa Castel Volturno. Anche in quell’occasione furono ospitati gli sfollati a Villaggio Coppola. Basta un colpo d’elica per balzare così dalla metropoli, che lievita incessantemente, a questo paradiso. Il Villaggio avrebbe dovuto essere un centro turistico balneare polivalente con 8 grattacieli (ne sono stati costruiti tre, poi abbattuti), villette vista mare, un centro commerciale, nuove strade, una nuova rete fognaria e una nuova rete elettrica. Furono poi gli stessi Coppola a costruire, pochi anni dopo, un nuovo villaggio per gli americani a Gricignano d’Aversa. L'umanità è pronta al viaggio supersonico? L’operazione si rivelò un disastro: intere palazzine ospitarono non solo gli sfollati, ma anche tantissimi senzatetto e altri occupanti abusivi, come rivelarono poi le inchieste degli anni ’90.Il colpo di grazia arrivò nel 1988, con gli americani che abbandonarono il villaggio perché la NATO non volle rinnovare la convenzione con i costruttori. Nel villaggio ci sono caratteri che rappresentano personaggi che oggi possono essere riconoscibili in qualsiasi parte del mondo. Landscape. Il luogo in cui è stato girato si chiama Parco del Saraceno a Pinetamare, frazione di Castel Volturno in provincia di Caserta. I campi obbligatori sono contrassegnati *. Paradossalmente la distanza salvò parzialmente Baia Domizia, che soffrì un breve periodo di degrado, ma non fu mai abbandonata dai residenti: nel 1981 fu addirittura costituito un comitato “pro-Baia Domizia” per non far “invadere” le case vacanza sul litorale aurunco. Quasi tutto ciò che ha valore, incluso il metallo, è stato rubato e Villaggio Coppola è diventato negli anni un simbolo dell’abusivismo edilizio tanto da meritarsi il soprannome di “parco degli abusivi”, in cui è consentito ogni tipo di illegalità e vige la legge del più forte. Il colpo di fortuna per la famiglia Coppola arrivò con le inchieste su Baia Domizia, che addirittura arrivarono al Presidente della Repubblica Giovanni Leone. Una scena da Dogman di Matteo Garrone, girata a Pinetamare. Non si sa neanche con esattezza cosa sia abusivo e cosa no: negli anni ’80 un incendio bruciò l’intero archivio del Comune di Castel Volturno. La location di Dogman scelta da Matteo Garrone è un angolo di Castel Volturno tra città e natura, il Parco del Saraceno a Pinetamare, e la darsena abbandonata di Villaggio Coppola. Era il momento di sfruttarlo creando quello che, ancora oggi, è considerato uno dei massimi esempi di abusivismo edilizio in Italia. Il Porto di Pinetamare Il blog dove puoi trovare tutte le informazioni sul Porto di Pinetamare. Nonostante gli studi classici, sono appassionato di tecnologia e motori. Chi ha già visto il film, sa bene che la storia nelle mani di Garrone diventa una fiaba nera impregnata di violenza più psicologica che mostrata. La cittadina era inoltre pattugliata da una polizia privata e le strutture avevano accessi spesso esclusivi e ben controllati. Elle DECOR Italia, il magazine internazionale di design e tendenze, arredamento e stili di vita, architettura e arte. Riferimenti: https://www.comune.castelvolturno.ce.it/index.php?option=com_content&view=article&id=36&Itemid=199http://www.extranapoli.it/rubriche/cera-una-volta-villaggio-coppola-castelvolturno-prima-dellera-de-laurentiishttps://caserta.italiani.it/villaggio-coppola-il-principe-abusivo-del-litorale-domitio/http://www.senato.it/documenti/repository/relazioni/archiviostorico/commissioni/X_LEG_BASILICATA_CAMPANIA_DOC_RELAZ/X_LEG_BASIL_CAMP_DOC_XXIII_27_VOL_3_TOMO_1.pdfhttps://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/caserta/notizie/cronaca/2014/18-giugno-2014/da-cristoforo-cristiana-il-declino-dinasty-coppola–223418070334.shtmlhttps://www.internazionale.it/reportage/angelo-mastrandrea/2017/02/25/castel-volturno-polverierahttp://www.patrimoniosos.it/rsol.php?op=getarticle&id=11522http://vogliocapire.blogspot.com/2012/04/villaggio-coppola-pinetamare-caserta.htmlhttps://kasavacall.wordpress.com/2016/05/27/cera-una-volta-castel-volturno/. Il Parco Saraceno oggi – Foto di Federico Quagliuolo La nascita e la rivalità con Baia Domizia. La nuova idea di città post Covid è in Marocco, Negli uffici (monacali) firmati David Chipperfield, La missione moderna della chiesa galleggiante. La società che sta curando la “questione” parco saraceno è la mirabella pinetamare srl, cioè la stessa società che è concessionaria della progettazione, costruzione e gestione del porto di Pinetamare. Alcuni, fiutando il disastro imminente, decisero di vendere le proprietà già dopo il disastro del Rione Terra nel 1978. A dare il via alle costruzioni sul litorale Domizio fu un’impresa veneta, che cominciò a costruire Baia Domizia nel 1960, dopo aver vinto un concorso indetto dal Comune di Sessa Aurunca. #bwg_container1_0 #bwg_container2_0 .bwg_standart_thumbnails_0 * { -moz-box-sizing: border-box; box-sizing: border-box; } #bwg_container1_0 #bwg_container2_0 .bwg_standart_thumb_spun1_0 { -moz-box-sizing: content-box; box-sizing: content-box; background-color: #FFFFFF; display: inline-block; height: 90px; width: 180px; margin: 4px; padding: 0px; opacity: 1.00; filter: Alpha(opacity=100); text-align: center; vertical-align: middle; transition: all 0.3s ease 0s;-webkit-transition: all 0.3s ease 0s; z-index: 100; } #bwg_container1_0 #bwg_container2_0 .bwg_standart_thumb_spun1_0:hover { backface-visibility: hidden; -webkit-backface-visibility: hidden; -moz-backface-visibility: hidden; -ms-backface-visibility: hidden; opacity: 1; filter: Alpha(opacity=100); z-index: 102; position: relative; } @media only screen and (min-width: 480px) { #bwg_container1_0 #bwg_container2_0 .bwg_standart_thumb_spun1_0:hover { -ms-transform: scale(1.1); -webkit-transform: scale(1.1); transform: scale(1.1); } } #bwg_container1_0 #bwg_container2_0 .bwg_standart_thumb_spun2_0 { border: 0px none #CCCCCC; border-radius: 0; box-shadow: 0px 0px 0px #888888; display: inline-block; height: 90px; overflow: hidden; width: 180px; } #bwg_container1_0 #bwg_container2_0 .bwg_standart_thumbnails_0 { background-color: rgba(255, 255, 255, 0.00); display: inline-block; font-size: 0; max-width: 960px; text-align: center; } #bwg_container1_0 #bwg_container2_0 .bwg_standart_thumb_0 { display: inline-block; text-align: center; } #bwg_container1_0 #bwg_container2_0 .bwg_standart_thumb_spun1_0:hover .bwg_title_spun1_0 , #bwg_container1_0 #bwg_container2_0 .bwg_standart_thumb_spun1_0:hover .bwg_ecommerce_spun1_0{ left: 0px; top: 0px; opacity: 1; filter: Alpha(opacity=100); } #bwg_container1_0 #bwg_container2_0 .bwg_title_spun2_0, #bwg_container1_0 #bwg_container2_0 .bwg_ecommerce_spun2_0 { color: #CCCCCC; display: table-cell; font-family: segoe ui; font-size: 16px; font-weight: bold; height: inherit; padding: 2px; text-shadow: 0px 0px 0px #888888; vertical-align: middle; width: inherit; word-wrap: break-word; } /*pagination styles*/ #bwg_container1_0 #bwg_container2_0 .tablenav-pages_0 { text-align: center; font-size: 12px; font-family: segoe ui; font-weight: bold; color: #666666; margin: 6px 0 4px; display: block; height: 30px; line-height: 30px; } @media only screen and (max-width : 320px) { #bwg_container1_0 #bwg_container2_0 .displaying-num_0 { display: none; } } #bwg_container1_0 #bwg_container2_0 .displaying-num_0 { font-size: 12px; font-family: segoe ui; font-weight: bold; color: #666666; margin-right: 10px; vertical-align: middle; } #bwg_container1_0 #bwg_container2_0 .paging-input_0 { font-size: 12px; font-family: segoe ui; font-weight: bold; color: #666666; vertical-align: middle; } #bwg_container1_0 #bwg_container2_0 .tablenav-pages_0 a.disabled, #bwg_container1_0 #bwg_container2_0 .tablenav-pages_0 a.disabled:hover, #bwg_container1_0 #bwg_container2_0 .tablenav-pages_0 a.disabled:focus { cursor: default; color: rgba(102, 102, 102, 0.5); } #bwg_container1_0 #bwg_container2_0 .tablenav-pages_0 a { cursor: pointer; font-size: 12px; font-family: segoe ui; font-weight: bold; color: #666666; text-decoration: none; padding: 3px 6px; margin: 0; border-radius: 0; border-style: solid; border-width: 1px; border-color: #E3E3E3; background-color: #FFFFFF; opacity: 1.00; filter: Alpha(opacity=100); box-shadow: 0; transition: all 0.3s ease 0s;-webkit-transition: all 0.3s ease 0s; } #bwg_container1_0 #bwg_container2_0 .bwg_back_0 { background-color: rgba(0, 0, 0, 0); color: #000000 !important; cursor: pointer; display: block; font-family: segoe ui; font-size: 16px; font-weight: bold; text-decoration: none; padding: 0; } #bwg_container1_0 #bwg_container2_0 #spider_popup_overlay_0 { background-color: #000000; opacity: 0.70; filter: Alpha(opacity=70); } .bwg_play_icon_spun_0 { width: inherit; height: inherit; display: table; position: absolute; } .bwg_play_icon_0 { color: #CCCCCC; font-size: 32px; vertical-align: middle; display: table-cell !important; z-index: 1; text-align: center; margin: 0 auto; } #bwg_container1_0 #bwg_container2_0 .bwg_gal_title_0 { background-color: rgba(0, 0, 0, 0); color: #CCCCCC; display: block; font-family: segoe ui; font-size: 16px; font-weight: bold; padding: 2px; text-shadow: 0px 0px 0px #888888; text-align: center; } @media screen and (max-width: 280px) { div[class^="bwg_standart_thumbnails_"], span[class^="bwg_standart_thumb_"], img[class^="bwg_standart_thumb_img_"], span[class^="bwg_title_spun1_"] { width: 100% !important; height: auto !important; } img[class^="bwg_standart_thumb_img_"] { margin:0px auto !important; } }, Sgombero sotto il Parco Saraceno a Pinetamare, su Terzo Giorno di Riempimento della Darsena Marina di Pinetamare, Pinetamare, seconda riqualificazione nell’area dei campetti di Garics, Pinetamare, partita la riqualificazione dell’area della piscina coperta, Terzo Giorno di Riempimento della Darsena Marina di Pinetamare, Materiali e Condotte al Cantiere del Villaggio Coppola. Il progetto si è interrotto dopo il terremoto del 1980, a seguito del quale a Pinetamare si è cominciato a costruire in maniera invasiva e abusiva circa 12.000 appartamenti, lungo il mare e nella vicina città di Castel Volturno, in violazione delle leggi di zonizzazione, in un momento in cui le autorità locali ignoravano lo sviluppo lungo la costa. Un quartiere desolato in cui il mondo esterno non entra, che ha le sue leggi e i suoi padroni. Oggi si presenta con un cielo asfittico, in una normalità fatta di ultimi fedeli residenti misti a immigrati irregolari, film che parlano di criminalità e macerie di residenze lussuose che ancora vivacchiano con qualche attività commerciale sopravvissuta. Dedicato a chi ama una vita semplice, lavorare la terra e le jam session settimanali di musica. Il panorama che si ammira da qui è più che abbagliante, una vera e propria forza della natura che ti rapisce dolcemente gli occhi e li dà in pasto al…. Fra Trento e Verona, è incastonato il Castello di Avio, luogo magico, perfetto da scoprire durante l’inverno. Seguici su Facebook, troverai tantissimi post originali e interessanti! Nicola Miraglia ebbe una vita piena di successi ed incarichi di grande responsabilità: garibaldino convinto, dopo aver ricoperto numerosi incarichi pubblici, vide il suo più grande successo nella risoluzione di…. L’ultima è stata proprio lanciata dal governatore De Luca, che ha promesso nel 2018 il rilancio dell’intero territorio domizio. Porto di Pinetamare. Nel 2003 si arrivò a patteggiare un risarcimento di 43 milioni di euro (circa 80 miliardi di lire), di cui ne furono pagati 7. Ricordiamo uno dei più grandi attori italiani con alcune delle pellicole più belle, Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone, © 2020 Dailybest by BetterDays srl - P.IVA 07712350961, The Dirt e Lords of Chaos: i libri da cui sono stati tratti i film musicali più estremi dell’anno, In Cina hanno rimosso tutte le scene gay da Bohemian Rhapsody e gli spettatori non c’hanno capito niente, Perché l’ipotesi Bohemian Rhapsody 2 spaventa più di un film horror, Oltre Bohemian Rhapsody: tutti i biopic musicali da vedere, Musica, cibo, misteri e tanto vino: il Castello di Avio è tutto questo, Cercasi personale per lavorare su un’isola quasi deserta in Canada, a contatto con la natura e lontano dallo stress, La cantautrice St. Vincent dirigerà un film horror, 70 anni di Carlo Verdone: cinque film, un sacco belli, per ricordarlo. Ma di sera, ogni sera, il parco Saraceno brilla sempre come un albero di Natale. Ho studiato al Liceo Sannazaro e mi sono laureato in Giurisprudenza alla Federico II. Sono iniziati oggi i lavori di bonifica e di sgombero sotto il Parco Saraceno all’interno della zona del cantiere del Porto Marina di Pinetamare E oggi siamo passati dai fratelli Coppola, oggi morti, alla figlia Cristiana Coppola, promotrice di numerose proposte per il rilancio dell’area: il destino di Pinetamare sembra legato per sempre al nome della stessa famiglia. La nuova Torre Libeskind a CityLife è una promessa. Villaggio Coppola. Un luogo diventato simbolo dell’abusivismo edilizio su larga scala, che ha violentato il territorio negli anni ’60 per poi abbandonarlo al suo destino. Inoltre si vedono nuovamente all’opera delle pale meccaniche che si stanno occupando di raccolta terra e rifiuti per liberare l’intero spiazzo e per lo sversamento in mare, Aspettando ulteriori novità continuate a seguirci…, (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); ELLE Decor partecipa a diversi programmi di affiliazione, grazie ai quali possiamo ricevere commissioni per acquisti e-commerce di prodotti fatti grazie a trattazione editoriale sui nostri siti web. È uscito nelle sale Dogman, il film di Matteo Garrone liberamente tratto dalla storia vera del Canaro della Magliana, che nel 1988 seviziò e uccise il suo aguzzino, un ex pugile bulletto di quartiere, attirandolo nel suo negozio di toilettatura per cani e torturandolo a morte per ore. Un fattaccio ancora oggi poco chiaro per uno dei delitti più efferati della storia recente italiana. L’area del Parco Saraceno, tristemente nota come zona altamente a rischio degrado, sarebbe destinata secondo il progetto originale del … Oggi, alle spalle di oasi come l’Holiday Inn, con il campo di allenamento della SSC Napoli, la città è appesa a progetti e promesse di ristrutturazione. Presentato a Cannes e candidato italiano all'Oscar come miglior film straniero, Dogman racconta un episodio di cronaca nera portando la Magliana in una periferia simbolo dell’abusivismo edilizio. Qui è dove è stato girato il film di Matteo Garrone, che racconta: “L'idea era proprio quella di trovare un luogo che fosse 'frontiera', che richiamasse un'atmosfera western, ma dove la comunità è presente, ed è importante l'idea di comunità e quel che gli altri pensano di te.
2020 parco del saraceno a pinetamare