Il glitter viene utilizzato in progetti artigianali, come le feste mascherate dei bambini, con i quali si raggiunge facilmente un effetto luminoso e iridescente. [1], Il glitter è di solito venduto e contenuto in una piccola scatola metallica, simile ad un salino, dai cui fori è possibile controllarne il flusso. Nomi vintage animati maschili e femminili Lettera M: Manola, Manolo, Marina, Monica, Moira, Michela, Maicol, Maria, Marino, Matteo, Mery, Marta, Martina da scaricare gratis per il tuo blog, Facebook, spazio MNS o per il tuo sito internet In particolare, truccarsi con il glitter fu uno dei principali artifici che contraddistinsero gli interpreti del genere musicale glam, chiamato anche glitter. [4] Fra questi va annoverato Paul Francis Gadd, che prese il nome d'arte Gary Glitter. contiene immagini o altri file su ; Portale Moda: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di moda. Diffusione: In Italia ci sono circa 88.874 persone di nome Emanuela. Significato del nome Emanuela, origine ed etimologia di Emanuela, onomastico, diffusione, popolarità e altre curiosità sul nome Emanuela. L'11 ottobre! Fra questi va annoverato Paul Francis Gadd, che prese il nome d'arte Gary Glitter. Nomi glitterati da scaricare e usare come avatar su social network. Il termine glitterati deriva da glitter e si riferisce genericamente ad una persona dello spettacolo e ai filantropi. Non si deve confondere con i coriandoli o le paillettes, che sono prodotti con frammenti più grandi[2]. Emanuela, nome di tradizione ebraica, perde posti nella classifica dei nomi più assegnati alle neonate in Italia tra il 1999 e il 2015, passando dallo 0,34% del 1999 allo 0,13% del 2015. Quando si festeggia Emanuela? È usato come elemento di decorazione, quando aggiunto a gomma e plastica. Note Altri progetti. È possibile applicarlo permanentemente mediante un forte colla, o temporaneamente con materiali leggermente adesivi. Nel nostro Paese le date in cui viene celebrato il santo omonimo sono due e rivolte alla variante maschile, ossia Emanuele! Ecco significato, ricorrenza dell'onomastico, varianti e tante altre curiosità per grandi e piccine che si chiamano così. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 2 lug 2019 alle 19:42. Ma anche il 26 marzo e il 17 settembre. Con la parola inglese glitter si descrive un vasto assortimento di piccolissimi frammenti delle dimensioni massime di 1 mm² costituiti principalmente in copolimeri, piccolissime lamine di alluminio, diossido di titanio, ossido di ferro, ossicloruro di bismuto e altri ossidi e/o metalli, dipinti con colori iridescenti in grado di riflettere la luce nello spettro visibile. Spesso viene inserito in prodotti di cosmesi come il lucidalabbra, l'ombretto e lo smalto per unghie. Parliamo infatti di Sant’Emanuele (martire) in data 26 marzo e Sant’Emanuele Trieu (sacerdote- martire) in data 17settembre. La parola "glitter" è spesso ed eufemisticamente riferita per definire uno sfarzoso e brillante ma superficiale fascino. Emanuela è un nome femminile italiano di origine ebraica che significa "Con noi è Dio". Ultima modifica il 2 lug 2019 alle 19:42. Suddivisione: Lombardia (19%), Veneto (13%), Lazio (13%), .. » Tutta la distribuzione Caratteristiche: ha una personalità un po' introversa ma contraddistinta comunque da buone qualità, tra le quali spicca una forte generosità.Ama la semplicità, il suo cuore è puro e da il meglio di sé per aiutare le persone care. Sono disponibili vari assortimenti: da uno specifico colore a confezioni multicolori. Vi ricordo che Libero (a quanto sembra)non permette gli hotlink (cioè i collegamenti diretti alle immagini che si trovano sui siti che ospita) per cui dovrete salvare le immagini con nome (usando il tasto destro) e ricollocarle da qualche parte sul web :) Così facendo, inoltre, eviterete di perdere le immagini quando saranno rimosse dal sito. Il contenuto è disponibile in base alla licenza, Glam Musik: British Glam Music '70 History, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Glitter_(cosmetico)&oldid=106286763, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo. Fu inventato da Henry Rushmann,[3] secondo alcuni nel 1934, secondo altri poco dopo la seconda guerra mondiale.